IL PROGETTO
“IMPULSI URBANI” esperienze di street Art – 5/10 Dicembre 2016
PARTNERS: Comune di Floridia – Urban center Floridia – Accademia belle Arti di Catania – CIAF Floridia –
Steet Artists – Gue – Rosk & loste
Cura scientifica: Ornella Fazzina – Accademia di Belle Arti di Catania
Ideazione e coordinamento di Paolo Greco – Progetto grafico Edo Arioti
______________________________________________________________________________________
Il progetto “IMPULSI URBANI” ha lo scopo di riqualificare la zona artigianale della città di Floridia attraverso interventi artistici legati al linguaggio della street art.
Dal 5 al 10 di dicembre 2016, street artists di fama nazionale daranno il via al progetto realizzando le loro grandi opere sui muri della zona in questione, contribuendo così al miglioramento dell’immagine della città, insistendo su quella zona urbana che ha necessità di mettere in luce l’identità dell’oggi.
Attraverso laboratori didattici rivolti soprattutto agli studenti, si cercherà di coinvolgere il maggior numero di giovani in un percorso non solo di educazione e sensibilizzazione espressiva e artistica, ma anche al rispetto dei beni comuni, promuovendo forme di uso condiviso dello spazio pubblico.
Questi interventi avranno, dunque, una rilevanza non solo formale ma anche concettuale, aumentando da parte dei cittadini la consapevolezza della propria città. Uno dei punti di forza del progetto è la sinergia che si è creata tra le varie realtà del territorio, volta a perseguire obiettivi di qualità, innovazione e crescita culturale. Il Comune di Floridia come ente capofila sarà affiancato nella realizzazione dell’intero progetto dall’Accademia di Belle Arti di Catania che, nella persona del critico d’arte Ornella Fazzina, lavorerà alla realizzazione di un convegno sui rapporti tra la street art e le forme creative di comunicazione, oltre a selezionare gli artisti.  Si propone, dunque, un’iniziativa tesa a una migliore comprensione del patrimonio urbano e alla crescita di una coscienza di autodisciplina in modo da orientare anche le manifestazioni creative non criticamente conosciute, verso un atteggiamento di tutela e di valorizzazione del patrimonio comune. Il carattere sperimentale di questo progetto risiede nell’innovativo e più concreto rapporto tra l’arte, la città e gli artisti, nel dare una nuova veste ad aree industriali e commerciali. La finalità generale è quella di lanciare, attraverso un percorso espositivo cittadino, un modello di fruibilità ed interattività degli spazi urbani scarsamente utilizzati, attraverso il linguaggio della street art che vedrà a dicembre 2016 la fase di inizio, per essere poi riproposto ogni anno fino a completamento dell’intera area artigianale.
Contatti ed informazioni:
Urban center Floridia
urbancenterfloridia@comune.floridia.sr.it
http://www.urbancenterfloridia.it/
Chiama 340.1295592 / 388.7375014 / 0931.920240
_____________________________________________________________

IL PROGRAMMA
Comune di Floridia
Urban Center Floridia
Accademia Belle Arti di Catania
C.I.A.F. Consorzio Insediamento Artigiani Floridia

___________________
Lunedì 5 Dicembre ore 18.00_Centro Servizi Zona Artigianale_Floridia
Progetto_Segno_Identità

INTERVENTI
Comune di Floridia_Sindaco Orazio Scalorino
Urban Center_Claudia Faraci_Antonino Di Guardo_Fabiola Guarino
Accademia Belle Arti di CT_Ornella Fazzina_docente_curatrice del progetto
C.I.A.F_Bartolo Zappulla_presidente
SDS di Architettura di Siracusa_Zaira Dato_docente_Giuseppe Mangiafico
Street Artists_Gue_Rosk & Loste
Ideatore e coordinatore del progetto_Paolo Greco

Sabato 10 Dicembre ore 10.30_Galleria Civica d’Arte Contemporanea_Floridia
INTERVENTI
Riflessione_Critica_Fenomeno Street Art
Comune di Floridia_Sindaco Orazio Scalorino
Urban Center_Giancarlo Bittollo_Flavio Spadaro_Carla Barbanti_Laura D’Agostino
Accademia Belle Arti di CT_Virgilio Piccari_direttore_Ornella Fazzina_docente_curatrice
Alessandro Dal Lago_Serena Giordano
autori del libro “Graffiti. Arte e ordine pubblico” ed. il Mulino
Organizzazione Nuovi Segni_Salvo Sequenzia_presidente
Street Artists_Gue_Rosk & Loste

Lunedì 5 Dic 2016_Centro Servizi Z.A._Sabato 10 Dic 2016_Galleria Civica Floridia
Mostra fotografica
Giuseppe Borgione “Luogo del lavoro”. Immagini fotografiche d’epoca che evocano la ricca tradizione artigiana di Floridia”

SREETS  ARTISTS Gue
Nato a Catania nel 1986.
(Marco Mangione) appartiene a quella vasta schiera di artisti urbani presenti nel panorama Italiano.
Stimolato dall’ambiente artistico familiare, fin dall’infanzia pratica il disegno inventando personaggi e fumetti, rivelando un innato senso compositivo.
Conosce l’ambiente del graffiti writing nei primi anni del 2000, indagando e sperimentando sulle possibilità espressive che lo accosteranno all’arte urbana contemporanea.
La sua ricerca sviluppa un sistema di codici formali che seguono una determinata logica, un linguaggio segnico che ha le sue regole e propri canali di riferimento.
Una grammatica personale che si esprime in una visione sospesa, per suggerire universi possibili attraverso una figurazione che confina con l’astratto, partendo da uno sviluppo legato a caratteri e personaggi iconici che hanno accompagnato l’artista dall’inizio del suo percorso.
La scomposizione degli elementi è il risultato di una ricerca verso la sintesi che tende a manifestare vibrazioni positive e serene, verso la rappresentazione di uno “spazio flessibile”, un dialogo aperto con l’architettura e l’ambiente.
L’artista indirizza l’interesse anche verso nuove forme di espressione, come la fotografia, l’editoria, l’attività di stampa serigrafica manuale, il suono e il video.
Nel 2006, insieme al fratello Andrea Mangione, pittore figurativo, danno vita al progetto ” brevidistanze “, un percorso evolutivo artistico determinate per il loro stile di vita, una riflessione sulle possibilità associative di diversi linguaggi proposti dai due artisti.
Brevidistanze si presenta in alcune mostre come unica identità, sviluppando in maniera sempre più approfondita l’idea del set e l’esigenza di un luogo deputato alla rappresentazione.
Nel 2013 fonda, insieme ad altri collaboratori, il progetto Ritmo, uno spazio espositivo con sede a Catania, atto alla divulgazione delle nuove tendenze contemporanee, dove svolge la funzione di direttore artistico.

_______________________________________________________________________________________

ROSK & LOSTE
Maurizio Giulio ROSK Gebbia: classe 1988 -Caltanissetta, Italia
Mirko LOSTE Cavallotto: classe 1987 – Caltanissetta, Italia
ROSK&LOSTE, due artisti siciliani che, attraverso la tecnica del graffito, uniscono da sempre la pittura
figurativa alla street art.
Iniziano il loro percorso artistico quasi contemporaneamente incrociandosi per la prima volta nel 2004
tra i banchi dell’Istituto d’Arte: fanzine, libri di scuola e la sete di scoprire nuovi stili a cui ispirarsi,
conducono i due artisti verso continue ricerche approdando nel mondo del graffito, il quale si evolve
mediante il linguaggio figurativo. Il 2007 è un anno importante per entrambi, fatto di collaborazioni
positive e dipinti realizzati per tutta la Sicilia e non solo; al ritorno di un viaggio compiuto in Spagna,
infatti, la conoscenza del celebre artista Belin cambierà per sempre il loro modo di percepire la pittura:
morboso esercizio quotidiano e ricerca costante del dettaglio diventano priorità assoluta al fine di
sviscerare e perfezionare lo stile figurativo utilizzato fino a quel momento e il tutto mediante lo spray.
Il trasferimento a Palermo, per proseguire gli studi presso l’Accademia di Belle Arti, porta Rosk e Loste
ad avvicinarsi sia alla Scuola pittorica palermitana che ai writers storici che il capoluogo di regione
ospita: le vibrazioni e il movimento artistico tipico ed affascinante della città non può che travolgerli ed
è qui che, per la prima volta, espongono con una personale.
La partecipazione ad eventi in giro per l’Italia e per l’Europa spalanca loro le porte di un circuito artistico
internazionale ottenendo, così, le prime commissioni da parte di famose realtà come il marchio
Ceres, Stella McCartney e il progetto ministeriale Inward.
Vivono all’interno della Farm Cultural Park per circa un anno, ma ciò non li porta di certo a fermarsi,
anzi: è proprio adesso che la loro arte varca l’oceano arrivando fino in Brasile e in Messico.
La mission fondamentale del graffito per i due artisti è quella che tende a riqualificare, rinnovare,
scovare la bellezza ovunque, anche dove sembra non ce ne sia affatto, ed per questo motivo che la
loro pittura trova conforto all’interno dei quartieri dal tessuto urbano degradato come quelli di Napoli
o Catania, ma anche gestendo l’immagine di attività e strutture professionali, asserendo così uno stile
leggibile e apprezzato da tutti.

 

15037165_1126574160791174_2128024507207265782_n